L’anonimato

Salve a tutti,

oggi ho avuto modo di vedere un documentario ( il link lo lasciarò a fine articolo) che parlava appunto di un gruppo di tre ragazzi che lavorando in privato, senza quindi far parte della polizia, e nell’anonimato, smascherano dei pedofili. Il loro modus operandi sta nello spacciarsi per una ragazzina minorenne su piattaforme di incontri o chat e una volta che i tipi abboccano, li conducono a casa loro e una volta arrivati chiamano la vera polizia, che ad ogni modo li conosce. 

Ma comunque perchè questo articolo?

Beh mi interessa sapere cosa ne pensano gli altri riguardo questo fatto. Sinceramente io non ci vedo nulla di male, se non una grande volontà e molto coraggio nel proteggere chi ancora non è stato vittima. Infatti se guarderete il video, capirete verso la fine che in primis lo stesso “fondatore” di questo gruppo era stato vittima di degli abusi sessuali ed è stato proprio questo ad averlo portato a voler proteggere gli altri sacrificando se stesso ogni giorno. Sì esatto, sacrificando, perchè è pericoloso fare una cosa simile; sia per la propria interiorità (considerando che scava e gira continuamente il coltello nella piaga) sia per un aspetto più burocratico (potrebbe essere accusato nel caso il pedofilo non venga punito); ma lo fa comunque perchè non vuole che altri vivano quello che ha vissuto lui; perchè il bene degli altri è più grande del suo. 

Ho letto alcuni commenti sotto il video e ve ne erano molti che dicevano che una persona che si comporta in questo modo, lo fa solo per vendetta o ripicca sul suo passato e le sue esperienze. Ma si può definire vendetta il tentare di togliere dalla circolazione tutti coloro che, in maniera consenziente infliggono ad altri ancora ingenui, dei traumi e delle esperienze perenni? 

Anch’io per esempio, in qualche sito, dove so che potrei trovare gente in uno stato depressivo o con manie suicide o anche problematiche più lievi, mi metto a disposizione per chi volesse inviarmi una mail parlandomi di ciò che lo affligge. Il tutto ovviamente mantenendo l’anonimato con con l’uso di uno pseudonimo cosa che possono fare anche gli altri a loro volta.  E nulla, ne ricevo alcune alla settimana e aiuto tutti loro volentieri senza ricavarne alcun profitto materiale, tranne la certezza che non arriveranno a porre fine alla loro esistenza e questo può bastarmi.  E’ quindi intuibile che pure io come il ragazzo faccio questo perchè c’è stato un tempo in cui ero anch’io vicina nel commettere quella follia, ma ho avuto la fortuna di incontrare la persona giusta al momento giusto che mi ha fatto apprezzare davvero la vita… un amico. Ma non tutti hanno la fortuna di incontrare la persona giusta al momento giusto e quindi finiscono col morire sul serio. La solitudine e il dolore porta anche questo e infatti è stato il mio desiderio di prevenire quanti più suicidi possibili a studiare psicologia, ad aprire questo blog, ad aiutare la gente in anonimato e una volta risolto tutto, sparire. 

Quindi concludendo penso che l’atto condotto da quei ragazzi sia buono ed eccetto per la condivisione online dei volti con nomi e cognomi dei pedofili, tutto il resto non lo percepisco come un qualcosa di illegale. Certo è che una cosa simile seppur già fattibile, diventerebbe legale a tutti gli effetti se il tipo tentasse di studiare o entrare nel corpo di polizia… un po’ come sto facendo anch’io, perchè va bene aiutare, ma se tu sei veramente sicuro di quello che stai facendo, allora sarebbe anche bene tutelarsi in qualche modo da possibili complicanze del mestiere. 

Annunci

6 risposte a "L’anonimato"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...