Realizzare

Era ormai passato, come una stagione che volente o nolente non può restare per sempre per quanto ci piaccia. E io mi sentivo esattamente come ci si sente in quei giorni di passaggio tra una stagione e un’altra, nei quali pur essendo consapevole di cosa sta per arrivare, si ha comunque l’impressione che forse un miracolo potrebbe ancora accadere, una stagione potrebbe saltare così da abbreviare i tempi per il ritorno di quella che amiamo. Estraniata.

Molti attorno a te già stanno tirando tirando fuori dagli scatoloni, gli abiti più adatti o le decorazioni in caso di una festività, mentre tu, non capisci nulla di cosa sta accadendo. Ancora ti guardi intorno.

“Io amo quella stagione, la amo da impazzire” eppure pur essendo certa di questo, ti lasci un po’ trascinare dalla allegria degli altri in quei giorni di transito, quasi come se sotto sotto infondo anche a te piace la stagione che sta frettolosamente arrivando alle porte; quando invece, non è così.

Ti domandi allora se questo non fosse perchè menti a te stessa. Raccogli quindi alcuni ricordi dal tuo passato, e vedi che un tempo preferivi anche quell’altra stagione, anzi soprattutto quell’altra e credi allora che fosse quella la tua preferenza più autentica.

Quando però poi arriva, capisci subito la verità. Non hai mai amato quell’altra stagione, ma sei sempre rimasta fedele a quella che ormai è passata e che non tornerà mai più per quell’anno.

E tu cosa farai nel frattempo? Soffrirai nell’assenza? No vivrai ogni momento e solo quello.

– Stella

Ancora

Se devo respirare ancora,
Lasciami respirare al gelo
Dove non riuscirò a distinguere gli odori
e ricordare.
Se devo vedere ancora,
Lasciami guardare nel buio
Dove non distinguo cosa mi sta davanti
E con lo scorrere del tempo non avrò memoria di quel momento.
Se devo sentire ancora,
Lasciami ascoltare il silenzio
Così non distinguendo la tua voce non saprò chi sei
Se devo essere me stessa ancora,
Lascia che il tempo scorra sfiorandomi,
Solo lui.
Solo io.

– Stella