La ressurezione

Buongiorno lettori,

chiedo venia se non scrivo da molto tempo, ma tra la mia operazione alla testa, l’assolvimento del debito in fisica e matematica, le 3000 verifiche, il funerale di mia nonna e il far chiarezza con me stessa. Non ho avuto tempo di scrivere.

Mi spiace.

Comunque oltre a questo devo ammettere che non ho nemmeno avuto molta ispirazione in questo periodo. Potrei scrivere articoli in cui parlo di me stessa, ma non ne avevo voglia.

Aspetto l’ispirazione di una bella poesia, o una frase filosofica. Ma nulla.

Il mio stile di vita è cambiato lo ammetto. Adesso, da dopo Capodanno, in cui avevo litigato con Matteo dell’altro blog (una persona che ho amato da tre anni) che però mi ha solamente usata. Ho iniziato a dare una opportunità a me stessa. Non ci penso più di tanto a lui. Vado avanti, non mi deprimo come era successo due anni fa. Esco con gli amici, me ne faccio di nuovi. Ma perdo l’ispirazione. Ciò che mi rendeva particolare.

Sono felice sì. Sorrido sempre e secondo i miei compagni porto anche allegria in classe. Ma ho perso una parte di me stessa. Sento che sta svanendo, per far fuori uscire l’altra.

Non dico questo perchè voglio chiudere il blog. Ma perchè potrei cambiare i temi trattati nei miei articoli. Poi iniziare a fare recensioni di libri e di film. Oppure trattare e dire la mia opinione sulle tesi esposte dai letterati che sto studiando a scuola.

Era lui, quel ragazzo che mi permetteva di scrivere quello che scrivevo. Era la mia musa ispiratrice. Adesso mi sento come un pittore senza modello. Una sensazione di scomodo.

Farò del mio meglio per far tornare la Stella di un tempo, quella filosofica e poetessa.

Come ho detto prima sto facendo chiarezza con me stessa. Sto tentando di capire i particolari di chi sono io.

Grazie per la lettura e prestissimo pubblicherò dell’altro.

Ciaoooooo 😉