Problemi di cuore!

Quante volte vi è capitato di dover lasciare una persona a voi cara per motivi economici, di distanza o per un litigio causato da uno sbaglio che uno dei due ha commesso?

Se state leggendo questo articolo vuol dire o che attualmente avete problemi di cuore o semplicemente perchè avete digitato qualche parola presente nel mio articolo, in qualunque caso se vi interessa l’argomento che tra poco tratterò, proseguite pure.

Ci sono varie ragioni per cui un rapporto può andare a rotoli, a volte è l’approccio con cui scegli di relazionarti con l’altra persona, a volte  il contrasto di una delle due famiglie verso il sentimento, a volte la finzione di uno dei due, a volta la differenza di sentimenti che vi è tra i due, comunque sia, bisogna essere forti e guardare avanti. Come dice mio zio: “Puoi  ricordarti dei momenti passati assieme a lui/lei, ma scordati che tutto ritorni com’era prima!” e ha ragione!

Anch’io ho avuto problemi di cuore e nel mio caso, la colpevole ero io. Ma comunque ciò, tutto è finito a causa di un litigio e ovviamente io speravo molto in una rinascita, ma nulla! Così un po’ di tempo da sola e triste a scappare con la bici da ogni problema che incontravo, finché, grazie a Dio, la scuola è iniziata e ho incontrato gente nuova e vecchi amici che inconsciamente, mi hanno tirata su di morale e rallegrato le giornate. Ho anche incontrato un nuovo ragazzo con cui mi sento bene e mi rende contenta e positiva ( è importante avere gente così attorno a te) ed lui è un sempliciotto come me, ovvio però che non è, e non sarà MAI come l’altro! Ma non è per colpa sua e sapete perchè???? Perchè io non sono te come tu non puoi essere ne me ne qualcun’altro. Tu sei tu! E dopo un rapporto con qualcuno non devi mai aspettarti che il prossimo sarà uguale o simile, perchè la vita ti offre gente ed esperienze e ogniuna di esse esiste per insegnarti, farti provare qualcosa o per far si che qualcosa in te cambi.

Quindi MAI e poi MAI aspettarsi che qualcuno sia uguali e o simile a qualcun’altro, vivilo, vivi, ma non rimanere a rimuginare su del latte già versato. Ma ricordati che se sei stato tu il colpevole nella relazione precedente, di non ricommettere lo stesso errore con qualcun’altro.

Le cose più odiose: malizia e prepotenza

Cos’è la cosa che odio di più?

La cosa che odio di più sono quel tipo di persone, tipico delle scuole paritarie e private, maliziose e prepotenti, che ti giudicano in base a ciò che porti o a ciò che ti vedono fare in classe. Molte volte mi chiedo quando hanno intenzione di pulirsi la bocca, così da non sentire più la puzza sotto il naso. Insomma superficialità allo stato puro. Ovviamente si posso riconoscere subito quelle persone. Loro, con la loro borsetta di Gucci e con quel loro modo di camminare tipico delle oche. Mi danno sui nervi! Credono di avere la potenza [pre-(potenza)] di sparlare alle spalle o anche in faccia alla gente, concludendo con quella loro risata che dimostra la loro imbecillità. Ma non hanno di meglio da fare che sputtanare alle spalle della gente! Fatevi una vita che è meglio, e soprattutto uscite da quel vostro castello in cui avete sempre ragione, principessine.

Il rispetto non bisogna averlo solo con gli anziani, i professori e tutti quelli che vi stanno simpatici, perchè se fosse così, anch’io avrei allora sparlato di tutte quelle persone che ora mi stanno sulle scatole. E poi credere che la gente non capisca e non vi veda è la cosa più stupida di questo mondo! Beh loro invece capisco, ma rispetto a voi, non dicono ne fanno nulla, perchè sanno che la gente come voi, una volta a l’altra verrà sputtanata così tanto, ma così tanto, che si pentirà di ciò che faceva quando era a scuola.

A new idea!

Why we should wait for friends to come to find us, instead of creating something with whom you could find many of them?

In the end someone is or will become your friend only if  he/she have your same ideas about something. Okay! So my idea has been to create a group on whatsapp. Initially the people that I’ll add on will be only my friends, but after the friends of my friends will add their friends and all it’s going on like this, a sort of chain! This group, at the beginning, will be very small but, while time passes, it will become bigger and bigger.

In this group are admited only people who are careless of fashion and that think with their own head, not with the mentality that advertisement imposes us.So wherever you live now, create a group like this also you. We must rebel from the mentality of our society, the one that imposes you what you have to where and what you can do. Eventually in this group you can organise weekends out with the member. No one is supposed to know all other members and certainly now one will judge anyone for their aspect or the age, becouse this is a group for only upstreamed people. People that now at school are all alone because people judge them. We also have to be able to have our justice and respect from the others! 😉

I giovani d’oggi sanno quel che fanno?!?

Una news di oggi, presenta i fatti, di cui io continuamente discuto in varii articoli, in maniera ipse dixit (indiscutibile), dandomi tutte le ragioni per cui le mie argomentazioni non sono errate.

Non so quanti anni hai, tu che stai leggendo. Però qualunque sia la tua età, se concordi con ciò che dice il titolo, allora prosegui con la lettura e poi con qualunque social network che possiedi, divulga il link del mio blog, è importante che la gente sappia e cambi (dipende dal’età)

Comunque, a Castelfranco, una cittadina di 32, 880 abitanti, sono divenuti madre e padre, due ragazzini di rispettivamente 12 e 13 anni. Per qualcuno questa notizia “bomba” è stato uno scandalo, per altri una sorpresa. Ovvio che vi è una netta differenza fra una persona scandalizata e una persona sorpresa: una persona scandalizata è innoridita dal fatto accaduto, mentre una persona sorpresa è normalmente (dipende dal contesto in cui si usa la parola) rallegrata. Tuttavia, come ben si sa, non si può incolpare o odiare o vedere di malocchio il nuovo arrivato per un peccato commesso da questi neogenitori schiagurati e senza un bricciolo di cervello. Ormai sanno tutti che le nuove generazioni sono molto precoci e bruciano molte tappe della loro vita, nella speranza che scartandole, a un certo punto arrivano alla loro meta : la LIBERTA’. Ma ragazzi ( e ora mi rivolgo ai giovani, intenti alla lettura del mio articolo) pensate a ciò che state facendo, ricordate che se fate sesso dai 10-20 anni, per prima cosa rischiate di mettere al mondo una creatura che quando anch’ella avrà la vostra sarà piena di traumi e un suo pensiero sarà il fatto che rimpiangerà di essere nata, seconda cosa, rovinerete la vostra adolescenza e terza, ma non meno importante, farete lo sbaglio più grande della vostra vita e lo rimpiangerete per sempre. Quindi raginate! Anche perchè non rovinerete la vita solo a voi stessi, ma anche a chi vi sta attorno. Secondo me andare a letto con qualcuno lo si può fare quando:

1.si ha un posto stabile e qualche soldino, che comunque può mantere anche un nuovo membro della famiglia,

2.la volontà di costruire una famiglia con l’altra persona

3.amare davvero il/la proprio/a campagno/a.

Di certo non pensando solo di soddisfare i proprio ormoni che iniziano ad andare in scintille! Cosa siamo animali! La scienza ci ha insegnato che l’essere umano a differenza degli altri esseri viventi, possiede la ragione e che non fa le cose per istinto. La nostra società sta regredendo, i principi, le fondamenta, la ragione. Ormai le nuove generazioni fanno tutto per istinto più che con la ragione. Ci possiamo identificare ( purtroppo devo mettermi anch’io all’interno, ho 17 anni) come delle scimmie ben vestite.

Quindi per concludere questo articolo, posto il link dell’articolo preso dalla Tribuna dei due neo genitori e un video di Fedez che dedico alla gioventù d’oggi.

http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2014/10/03/news/mamma-a-tredici-anni-i-parenti-e-presto-1.10045154